lunedì 15 gennaio 2018

Recensione: "Nephilim" di Valerio La Martire


Trama


Non puoi scegliere di nascere Celestiale.
Puoi solo scegliere dove volare.

La tregua era stata stipulata. Dopo quattromila anni i Nephilim Celestiali e i Nephilim Infernali avevano deposto le armi spartendosi le Americhe. Ma la pace era stata conquistata a caro prezzo. L’alleanza dei Celestiali con la razza immonda dei Demoni aveva infranto equilibri antichi che non dovevano essere toccati.
Creature più potenti e pericolose dei Nephilim sono ora entrate in gioco e non è la pace il loro obiettivo. Nessuno, nemmeno il loro creatore, avrebbe invece potuto immaginare l’amore tra un Infernale e un Celestiale.

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------


Recensione


Ho beccato questa trilogia di Valerio La Martire al Lucca Comics, mi sono fatta spiegare la trama e ho deciso di comprare i libri a scatola chiusa, con tanto di autografo dell’autore presente in fiera. Autografo che recita ‘se avessi le ali, dove andresti?’ e che mi ha lasciata in crisi per 5 minuti buoni, a fissare il vuoto.

Ho un debole per tutto ciò che tratta di Nephilim, di angeli e di demoni, quindi mi sono approcciata alla storia piena di entusiasmo. Siamo in un mondo in cui i Nephilim, sia infernali che celestiali, convivono grazie a dei trattati di pace, le due fazioni divise ai due estremi del territorio americano.
Uno di questi Nephilim, discendente dalla famiglia più potente degli infernali, si trasferisce in incognito nella città dei celestiali, in cerca di sollievo dal peso del proprio cognome. Questa è la premessa da cui parte il romanzo.

Da una parte quindi troviamo Ryan Hill, l’infernale, e il suo migliore amico che l’ha seguito per lavorare in città con lui e, immagino, proteggerlo. Un bel personaggio, l’amico dall’affetto ruvido e battagliero a cui mancano le armi che hanno dovuto lasciare all’entrata in città.
Dall’altra la famiglia Feather, che detiene il potere in città, capeggiata dalla sorella/fratello maggiore Val – il cui genere è un altro aspetto che rende interessante il suo personaggio - e, sebbene in minima parte, dagli altri fratelli Emily e Jonathan.

La ship, cioè la cosa che mi ha attirata come una calamita verso questa saga, è ovviamente tra Nephilim di fazioni opposte, in un tributo alla Romeo e Giulietta evidente fin dal primo incontro, in cui i due si innamorano a prima vista con tanto di dramma dell’infernale che invece di scappare dalla battaglia urla “Dimmi il tuo nome! Ti ritroverò!”
Già.

Per fortuna la ship fluisce meglio nel corso del resto del libro, e fa da sfondo alle altre cose più interessanti che stanno succedendo.
C’è stata una scelta di utilizzare due personaggi mitologici in modo completamente nuovo, che ho apprezzato davvero tanto e che ha dato quel non so che in più alla narrazione.
Argh, vorrei dire di più ma non voglio fare spoiler!

In generale, la saga è valida grazie alla bellezza dell’ambientazione, e dei personaggi, soprattutto Val ed Emily, dipinti con tante sfaccettature, chiari nella loro psicologia anche quando stanno sbagliando totalmente qualcosa – Val in particolare.

Dal punto di vista dello stile… portatevi un bicchiere d’acqua mentre leggete, perché la continua puntuazione fa salire la sensazione di correre una maratona. Frasi di 5 parole massimo che si rincorrono l’una con l’altra. Basta abituarsi, però, e va un po’ meglio. Per il resto niente da dire, è tutto ben scritto, evocativo al punto giusto.

In conclusione, se non vi infastidisce troppo lo stile ‘maratoneta’ e riuscite a sorpassare lo scoglio dell’instalove, è un libro fantasy italiano molto godibile, che si divora in poco tempo, con il giusto cliffhanger finale che dà il via al libro successivo.
Non vedo l’ora di recensirvi il secondo capitolo!


 

 Ship Level



-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Recensione di

https://thebitchybookclub.blogspot.be/search/label/Anathema

Nessun commento:

Posta un commento