venerdì 13 ottobre 2017

Magnus e Alec aka Malec



Oggi vorrei approfittare della rubrica Friday I’m in Love per dimostrare che non sono una bisbetica inacidita che odia tutto e tutti come si potrebbe pensare leggendo i miei ultimi pezzi: so amare
l’ammore, loggiuro!





Ho optato quindi finalmente per una coppia che alla fine, nonostante tutto (sì, esiste un “nonostante tutto” e vedremo poi di che si tratta... Spoiler alert: penso alla fine di essere davvero una bisbetica inacidita *legasp*), mi piace davvero: parlo di Magnus e Alec della saga “The Mortal Instruments” di Cassandra Clare (da cui sono stati tratti un film e una serie televisiva, entrambi di considerevole bruttezza per essere completamente onesti), conosciuti altresì come Malec o con il nome indiano “Una Delle Due Massimo Tre Cose A Non Fare Schifo In Quella Trashata Immane Di Shadowhunters”. La seconda cosa è Matthew Daddario aka Alec a petto nudo…


… che comunque è parte dei Malec, per cui è dubbio se si possa considerare una ragione a parte, e la terza cosa è… Uhm, ecco, è…  Solo un attimo, eh, ora mi viene… Ehm… **momento di imbarazzo** **grilli** **grilli**



Comunque torniamo al punto, ovvero alla nostra coppia e cominciamo a fare dei distinguo tra libri e serie (il film non lo considererò perché onestamente non me lo ricordo. Ed era brutto. Cioè,  è brutta anche la serie, eh. Però almeno me la ricordo. Purtroppo in alcuni casi, ma me la ricordo). Partiamo dai libri: nei libri erano seriamente adorabili. Alec, lo Shadowhunter, il guerriero rigido, inquadrato, che pian piano si scioglie grazie a Magnus, mago eccentrico e imprevedibile che sconvolge il suo mondo, le sue convinzioni, che lo spinge con il suo humor e la sua “civetteria” a uscire dal suo guscio e a scoprire per la prima volta cosa vuol dire non solo essere innamorati, ma anche essere ricambiati.



Due però sono i problemi fondamentali con i Malec nella saga letteraria:
1 - Non essendo loro i protagonisti della serie, purtroppo sono spesso relegati sullo sfondo, oscurati dalla grande rottura di coglio… ehm, volevo dire dalla grande storia d’amore tra Jace e Clary sui quali nei romanzi veniamo sfranti di pal… ehm, volevo dire deliziati per pagine e pagine, mentre i Malec finiscono tristemente per avere meno spazio;
2 - Nella seconda trilogia della saga, come dirlo con la delicatezza e la finezza che mi contraddistinguono? Pure loro due sfracassano i maroni che non vi dico. Perché il problema è questo: Magnus è immortale, ma Alec no. Perciò Alec invecchierà e Magnus no, e su questo specie Alec si fa tante di quelle seghe mentali da esaurire se stesso e noi tutti alla fine. Voglio dire, lo capisco, sono problemi, ma sapete anche che cos’è un problema non da poco?! La disidratazione di palle provocata da tutto ciò. Roba da rischiare la vita proprio.



Nella serie invece bisogna dare a Cesare quel che è di Cesare, pur avendo sbagliato più o meno tutto (lo dico con affetto, eh,  non me ne perdo in realtà una puntata, le risate che mi fa fare sono impagabili, l’antistress per eccellenza proprio #iltrashsalvalavita), perlomeno hanno avuto l’intelligenza di dare più spazio a questi due (ho accennato al fatto che sono seriamente adorabili?!) e sì, talvolta soffrono pure loro per la generale trashitudine che affligge la serie, ma generalmente mi sento tranquillamente di affermare che sono IL motivo per continuare a insultare i proprio occhi con la recitazione di Katharine McNamara e la propria intelligenza con le trame completamente a cazzo di cane, senza e capo né coda proprio, che rifilano ogni singola puntata. Se non ci credete, chiudo dandovi tre ottimi argomenti:
1 - La figaggine di Matthew Daddario (sì, ne avevo già parlato, ma penso che valga la pena ribadirlo perché voglio dire, DUH! GUARDATELO!)


2 - Tutti a parlare sempre di quanto è figo Alec, però Magnus… Non vorrei dire eh, ma... GUARDATELO!



Eh?! Mica pizza, fichi e banane, no?!

3 - Guardateli qui sotto. Non sono adorabili/hot/carini/occhia a cuore-inducing/mi sto dimenticando come si parla in italiano perché voglio dire, GUARDATELI!














http://thebitchybookclub.blogspot.be/search/label/Medea






Nessun commento:

Posta un commento