lunedì 12 dicembre 2016

Recensione: "Il segno della croce" di Glenn Cooper

Un thriller tra passato e presente, tra scienza e fede. Una corsa contro il tempo alla ricerca di reliquie leggendarie. 


"Il segno della croce" di Glenn Cooper



Titolo originale: The Quantum Priest
Editore: Nord
Data di uscita: 7 novembre 2016
Cartaceo: 16,92 | Ebook (Kindle): 9,99 
Pagine: 406
Genere: thriller

 

----------------------------------------------------------------------

 

Trama

Intorno a loro, si apre l’infinito deserto di ghiaccio e vento dell’Antartide. Dopo ore di faticoso cammino, il gruppo di uomini raggiunge il punto segnato sulla mappa. E lo individuano: l’ingresso di una caverna scavata decenni prima da chi li ha preceduti in quel continente disabitato. Quando entrano, in religioso silenzio, si trovano davanti un museo ideato per conservare reperti che il mondo crede perduti per sempre. Ma quegli uomini sono arrivati lì per due oggetti soltanto. E adesso li stringono tra le mani. Ne manca ancora uno, poi l’alba di una nuova era sorgerà sul mondo.
In un piccolo paese dell’Abruzzo, un giovane sacerdote si alza dal letto. Il dolore è lancinante. La fasciatura intorno ai polsi è intrisa di sangue. Con cautela, il prete scioglie le bende. Le sue suppliche non sono state esaudite, le piaghe sono ancora aperte. Il sacerdote chiude gli occhi e inizia a pregare.
Prega che gli sia risparmiata quella sofferenza.
Che gli sia data la forza di superare quella prova. E che nessuno venga mai a conoscenza del suo segreto.

Una ricerca iniziata quasi 2000 anni fa e giunta solo oggi a compimento. Un’ossessione sopravvissuta alla guerra che segnerà il destino di tutti noi. Una storia la cui parola «fine» sarà scritta col sangue…
 

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------


Recensione



Questo libro è stato pubblicato il 7 novembre, il giorno prima delle elezioni americane.
Ci sono pochissimi autori che mi spingono ad attendere con ansia l’uscita di ogni loro nuova opera e Glenn Cooper è uno di quelli, così la mattina del 7 novembre Il segno della croce era già tra le mie mani e iniziai a leggerlo. Come al solito, non sono riuscita a lasciarlo da parte fino a quando non sono arrivata alla fine, curiosa di capire come si sarebbe sviluppata la trama e quale sarebbe stato il destino dei personaggi.
All’alba dell’8 novembre ero giunta all’ultima pagina, pronta a seguire le varie dirette sulle elezioni americane.
E voi vi chiederete: “perché insiste a fare riferimento a quelle benedette/maledette elezioni?”
Il motivo è racchiuso nella frase che leggete nell’immagine che avete appena visto. Più ascoltavo le interviste dei sostenitori di uno dei candidati, Trump, più la mia mente tornava a quelle parole. La gente è arrabbiata. Non aspetta altro che l’occasione per scatenare la propria furia, e noi gliela daremo. Sappiamo tutti come è andata a finire e questo non è un articolo di politica estera, quindi eviterò ulteriori commenti.

Uno dei motivi che da sempre mi ha fatto apprezzare questo autore è il modo in cui ha scelto di declinare lo stesso tema di fondo: il rapporto tra il Bene e il Male, spesso agendo in una zona grigia tra i due poli che rende ancora più avvincenti e sorprendenti le sue storie.
Non entrerò nel merito della trama, perché ogni piccolo passo rappresenta il tassello che andrà a comporre il mosaico finale, tra scoperte, colpi di scena e scelte dei personaggi che devono essere assimilati pagina dopo pagina per non rovinare la lettura. Quello che posso dirvi senza rischiare di spoilerare troppo è che tutta la vicenda ruota intorno ad alcune reliquie legate alla Passione di Cristo e ai poteri racchiusi in esse.
Uno dei tratti caratteristici dei libri di Glenn Cooper è anche il rapporto tra scienza e fede, insieme ai salti temporali che permettono al lettore di entrare nel vivo del racconto scoprendo a ogni scena qualcosa che allo stesso tempo spiega e pone ulteriori domande.

Cooper ha la capacità di gestire contemporaneamente diversi personaggi, dando loro una caratterizzazione plausibile e coerente con le azioni e con le scelte che compiono e offrendo al lettore la possibilità di scorgere la loro anima. E ciò che da sempre mi affascina, mi incuriosisce e, sì, un po’ mi spaventa è che tutti i personaggi, che siano gli eroi della storia o i terribili antagonisti, sono rappresentati nella loro umanità più pura, sono messi a nudo. I nemici non sono mostri alieni, sono esseri umani che si lasciano condizionare da idee e convinzioni e che scelgono di lottare per esse. Sono la dimostrazione che in ogni essere umano convivono il Bene e il Male e ognuno sceglie quale dei due far prevalere.

 

Bitchy approval


-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Recensione di

6 commenti:

  1. Ho questo libro inserito nella mia wishlist da quando è uscito..con questa tua recensione.. l'ultima della serie mi hai pienamente convinta..devo leggerlo..ma prima provo a partecipare al giveaway..ok?? :-))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me è piaciuto davvero moltissimo, lo considero uno dei migliori di Glenn Cooper. Buona fortuna per il giveaway e grazie per il commento! ;)
      - Ecate

      Elimina
  2. Ho questo libro in lista, e leggere la tua recensione mi ha convinta ancora di più a leggerlo...
    Non ho mai letto nulla di quest'autore, ma questo libro sembra molto interessante.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa molto piacere, anche perché credo davvero che sia un autore molto, molto bravo. Uno dei migliori nel suo genere. Ovviamente ti consiglio questo suo ultimo libro, ma anche la trilogia "La biblioteca dei morti" merita tantissimo. ;)
      Grazie per il commento! - Ecate

      Elimina
  3. Non ho mai letto nulla di Cooper, ma questo mi incuriosisce moltissimo, bellissima recensione lo segno in Wl ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa piacere che la recensione ti sia piaciuta e ti abbia incuriosito, il libro merita tanto.
      Grazie per il commento! - Ecate

      Elimina